Tutto quello che devi sapere. Recensioni e Comparazioni

Cosa sono le carte prepagate

Le carte prepagate sono strumenti finanziari usati come carta di pagamento fisica o virtuale. A differenza delle carte di credito o di debito, le prepagate non richiedono l’apertura di un conto corrente e hanno una funzionalità limitata alla gestione della somma di denaro precaricata sulla carta.

In cosa è diversa una carta prepagata

Come una carta di credito o una carta di debito, la carta prepagata è accettata come strumento di pagamento online e nei negozi; la stessa carta può essere usata per prelevare contanti, sia in Italia sia all’estero.

A differenziare una carta prepagata dagli altri tipi di carte è il fatto che non è collegata a un conto corrente, ma si usa nei limiti dei fondi che sono stati caricati su di essa. Le carte prepagate si possono ricaricare attraverso diversi strumenti:

  • in contanti;
  • usando un’altra carta ricaricabile, di debito o di credito;
  • tramite bonifico bancario o postale.

Quali sono i costi

In commercio ci sono sia carte prepagate gratuite sia carte prepagate a pagamento. Ma i costi non sono tutti uguali e non ci si deve limitare a considerare una sola categoria di costi per valutare la convenienza di una carta in rapporto ad altre.

I costi collegati a una carta prepagata sono di tre tipi:

  • i costi di emissione, vale a dire il costo da sostenere al momento della richiesta della carta;
  • il canone per l’utilizzo della carta, cioè una somma fissa richiesta mensilmente o annualmente al titolare della carta;
  • i costi operativi, cioè le commissioni applicate alle operazioni svolte con la carta. Si applicano commissioni normalmente ai prelievi di contante, ai trasferimenti verso altre carte o conti bancari e alle operazioni di ricarica.

Che limiti hanno le carte prepagate?

Le carte prepagate standard, come abbiamo detto poco fa, non sono collegate a un conto sottostante, perciò possono essere usate solo entro i limiti dei fondi caricati sulla carta. Lo stesso discorso vale per le carte con IBAN: sono più simili a un conto corrente, ma non possono comunque avere saldo negativo né ottenere un fido.

Le banche che offrono alla clientela la possibilità di attivare una carta prepagata stabiliscono generalmente anche dei limiti di utilizzo imponendo delle soglie massime per i prelievi e per le spese. A seconda dei casi, può trattarsi di un limite giornaliero oppure mensile. Quasi tutte le carte ricaricabili hanno anche un limite massimo di ricarica annuale.

Quanti tipi di carte prepagate esistono

Le carte prepagate possono essere classificate in diversi modi a seconda delle loro caratteristiche:

  • con o senza IBAN; le carte prepagate senza IBAN hanno funzionalità limitate agli acquisti e al prelievo di contanti, mentre quelle con IBAN possono inviare e ricevere bonifici e svolgere le principali funzioni di un conto corrente;
  • personali o business; a seconda del profilo del cliente, le banche propongono carte personali ai privati e carte business alle aziende o ai titolari di partita IVA. Normalmente le carte business hanno limiti di utilizzo più elevati e consentono l’accesso a servizi dedicati;
  • anonime o nominative; in alcuni casi si può fare richiesta di una carta prepagata anonima, senza condividere con la banca dettagli sulla propria storia finanziaria o creditizia.

Un’altra distinzione si basa sul circuito di pagamento al quale appartengono. Le maggior parte delle carte prepagate in circolazione in Italia appartiene al circuito VISA oppure Mastercard; spesso a decidere il circuito di appartenenza è la banca emittente, ma in alcuni casi il cliente può scegliere quale preferisce.

Le migliori carte prepagate

Le alternative sul mercato sono numerose e non sempre è facile orientarsi tra le proposte delle banche e individuare qual è la soluzione migliore per le proprie esigenze. Per questo, abbiamo selezionato alcune delle migliori carte prepagate:

  • N26; gratuita, ha limiti di prelievo e di spesa elevati ed è disponibile in cinque diverse versioni;
  • Hype; la carta prepagata di Banca Sella ha tutte le principali funzioni di un conto corrente, nella versione base non ha alcun costo mensile ed è compatibile con Apple Pay e Google Pay;
  • Revolut; mette a disposizione un conto multivaluta e offre la possibilità di investire in criptovalute;
  • Wirex; il conto è disponibile in più di 20 valute, tra cui alcune delle criptovalute più diffuse;
  • Monese; si può richiedere il conto anche senza fornire dettagli sulla propria condizione personale e reddituale e gestire il proprio saldo in più valute;
  • VIABUY; la carta conto dotata di IBAN ha limiti di utilizzo differenziati a seconda del livello di identificazione associato al titolare del conto.
© carteprepagate.me - P.IVA 03673710047 - Disclaimer  Privacy Policy Cookie Policy  info[@]carteprepagate.me
Questo sito non è legato in alcun modo alle società di prodotti e servizi menzionati. Per questo motivo, per qualsiasi domanda, dubbi, problemi e informazioni vi invitiamo a rivolgervi alle rispettive società di riferimento.