LottomatiCard Plus: la carta con IBAN acquistabile in tabaccheria

LottomatiCard Plus è la versione evoluta della carta prepagata LottomatiCard. Si tratta di una prepagata nominativa e dotata di IBAN, da usare per fare acquisti online e in negozio o per ritirare i contanti depositati sulla carta, in Italia e all’estero.

Recensione della carta LottomatiCard Plus

La carta prepagata LottomatiCard Plus è in vendita presso i punti vendita LIS e va attivata online. Per l’attivazione servono un documento di identità, il codice fiscale e la carta prepagata. Una volta completata la procedura di attivazione, la carta può essere subito usata per ricevere bonifici, per prelevare contanti e per pagare, anche in modalità contactless, in tutti i punti vendita fisici e online che accettano carte del circuito Mastercard.

La carta è dotata di IBAN e quindi può inviare e ricevere automaticamente denaro senza la necessità di un conto corrente d’appoggio. Si può ricaricare la carta tramite:

  • bonifico SEPA;
  • in contanti presso i punti Lottomatica;
  • in uno sportello ATM, usando una carta prepagata.

La commissione di ricarica è di 2 euro per le operazioni fatte in contanti o tramite bonifico e di 2,50 euro per le ricariche fatte tramite carta prepagata. Se si sceglie di ricaricare la LottomatiCard Plus usando un’altra prepagata si possono ricaricare da 10 a 500 euro, mentre se si sceglie il bonifico il taglio della ricarica va da 10 a 990 euro.

Il prelievo di contanti, invece, è gratuito presso gli sportelli ATM delle banche del Gruppo Sella, mentre è prevista una commissione di 1,90 euro per i prelievi fatti all’interno dell’UE e di 3 euro per le operazioni extra UE.

I trasferimenti fatti dalla carta verso un’altra carta o verso un conto corrente hanno una commissione di 1 euro.

Se si usa la carta in maniera saltuaria bisogna fare attenzione. La banca, infatti, prevede una commissione per il mancato utilizzo della prepagata. Se non si fanno operazioni per almeno 12 mesi, la banca inizierà ad addebitare una commissione mensile di 1 euro, fino a quando non verrà registrata una nuova operazione o fino a quando non si chiederà il rimborso delle somme depositate sulla carta bloccata.

Il titolare della carta può controllare i movimenti, inviare bonifici e controllare gli altri aspetti della carta direttamente dall’home banking del sito puntolis.it.

La carta LottomatiCard Plus completa l’offerta di prepagate di Lottomatica e si affianca alla carta LottomatiCard. Questa, a differenza della versione Plus, non è dotata di IBAN e appartiene al circuito VISA. Anche il plafond della carta è diverso: la versione standard ha un plafond di 20.000 euro, mentre la versione Plus ha una capienza di 50.000 euro.

Caratteristiche della carta

  • Nome: Lottomaticard Plus
  • Tipo di carta: carta prepagata con IBAN
  • Banca emittente: CartaLIS Istituto di Moneta Elettronica S.p.A
  • Circuito: Mastercard
  • Canone mensile: gratis
  • Costo di emissione: 9.90 euro + 0,10 euro per l’attivazione
  • Limite di prelievo: 500 euro al giorno
  • Limite di spesa: 10.000 euro
  • La nostra valutazione: 4

Pro e contro

PRO

LottomatiCard Plus è una soluzione comoda per chi cerca:

  • una prepagata con IBAN accettata in tutto il mondo;
  • una prepagata ricaricabile anche in contanti nei punti vendita Lottomatica;
  • una carta facile da usare per i pagamenti e i prelievi di contanti.
CONTRO

La carta LottomatiCard ha anche qualche svantaggio, da considerare con attenzione:

  • l’emissione e l’attivazione costano 10 euro;
  • sono previste commissioni per le operazioni più comuni, dai prelievi ai bonifici. Ci sono carte prepagate con caratteristiche simili, come carta Oval Pay o Hype, senza commissioni;
  • se la carta non viene usata per almeno un anno, si paga una commissione mensile.

Lascia un commento

© carteprepagate.me - - Disclaimer  Privacy Policy Cookie Policy  info[@]carteprepagate.me
Questo sito non è legato in alcun modo alle società di prodotti e servizi menzionati. Per questo motivo, per qualsiasi domanda, dubbi, problemi e informazioni vi invitiamo a rivolgervi alle rispettive società di riferimento.