logo curve

Curve

Commissioni di prelievo

Gratis fino a 200€/mese, oltre -2%

Carta Curve: cos’è e come funziona

Recensione aggiornata a Luglio, 2021

Carta Curve è un sistema innovativo, flessibile e conveniente per gestire in un solo luogo tutti i pagamenti con le diverse carte di credito e di debito in proprio possesso. In più, la carta offre ai titolari tanti servizi interessanti e occasioni di risparmio da cogliere al volo.

Recensione carta Curve

Carta Curve è una carta fisica che funge da portafoglio in cui racchiudere tutte le carte collegate. A differenza di una normale carta di debito non va ricaricata, ma va semplicemente associata alle altre carte in proprio possesso.

Se, ad esempio, una persona è titolare di una carta PostePay, di una carta Revolut e di una carta Monese, le può collegare tutte al proprio account Curve e pagare tramite quest’ultima. Ogni volta che si usa la carta si può scegliere se addebitare il pagamento sulla carta predefinita oppure se scegliere un’altra delle carte disponibili.

Quali carte sono compatibili?

Su Curve si possono utilizzare ben 100 carte di credito o debito VISA e MasterCard.

Tra le principali carte compatibili con Curve troviamo N26, Revolut, Hype, Yap, Bunq, Flowe, Monese, PayPal, PostePay, PostePay Evolution, Skrill, Soldo, Wirex.

Al momento non sono invece supportate American Express, Maestro, Diners Club, JCB e UnionPay, né la maggior parte delle carte prepagate.

Caratteristiche della carta

  • Nome: carta Curve
  • Tipo di carta: carta di debito
  • Banca emittente: Wirecard Card Solutions Ltd.
  • Circuito: Mastercard (compatibile anche con il circuito VISA)
  • Canone mensile: gratis (9,99 euro al mese per la versione Black)
  • Costo di attivazione: nessuno
  • Limite di prelievo: 200 sterline al giorno, 350 sterline al mese
  • Limite di spesa: fino a 2.000 sterline al giorno, 5.000 sterline al mese e 10.000 sterline all’anno per i clienti che hanno maturato una minima storia finanziaria
  • La nostra valutazione: 4.5

Per fare acquisti tutto quello che serve è avere la carta Curve e poter accedere all’app Curve, disponibile per dispositivi iOS e Android.

La carta Curve si può collegare ai sistemi Apple Pay, Google Pay e Samsung Pay. Grazie a Curve si può sempre usare questi sistemi di pagamento anche con le carte che abitualmente non lo prevedono. Inoltre se si dispone di carte che utilizzano criptovalute o portafogli digitali basterà collegarle alla app Curve e si potranno usare anche le criptovalute per effettuare pagamenti.

La carta appartiene al circuito Mastercard ma supporta i pagamenti fatti anche tramite carte VISA. Le condizioni economiche sono particolarmente interessanti: la versione gratuita permette di accedere per 90 giorni al programma di cashback della carta e fare prelievi gratuiti di contante all’estero fino a 200 euro al mese.

Il programma di cashback riconosce l’accredito immediato dell’1% delle spese fatte presso tre negozi selezionati tra quelli che aderiscono al programma (nella versione gratuita e Black, i negozi possono essere 6 nella versione Metal).

“Go back in time” è tra le funzioni più interessanti della carta: attraverso questo servizio si può spostare il pagamento fatto con una carta e dirottarlo verso un’altra. Riprendendo l’esempio fatto poco fa, se si è scelto di pagare con Monese e dopo qualche giorno si è cambiato idea, si può scegliere di addebitare la carta Revolut o la PostePay collegate allo stesso account. La funzione “Go back in time” si può usare se sono passati meno di 30 giorni dall’acquisto e per importi sotto ai 5.000 euro.

Tramite l’app è possibile controllare a colpo d’occhio la propria situazione finanziaria, verificando non solo le somme spese, ma anche quali sono le categorie di prodotti o servizi per i quali si spende di più.

Oltre alla carta gratuita, la Curve Blue, esistono anche due versioni a pagamento la Curve Black e la Curve Metal.

La carta Black ha un canone mensile di 9,99 euro e, rispetto alla carta gratuita, permette di prelevare contanti all’estero senza commissioni fino a 400 euro al mese (sono previste commissioni per i prelievi fatti durante il fine settimana), permette di accedere al programma di cashback senza limiti di tempo, offre una protezione per gli acquisti online e un’assicurazione sui viaggi comprese nel prezzo.

La carta Metal ha un canone mensile di 14,99 euro, permette di prelevare contanti all’estero senza commissioni fino a 600 euro al mese, in più offre un’assicurazione sui telefonini, l’accesso riservato alle lounge degli aeroporti di tutto il mondo e un’assicurazione contro eventuali collisioni per le auto a noleggio.

Quanto costa

La carta nella versione Blue è gratuita: non ci sono costi di emissione né canoni mensili. Possono essere previste delle commissioni per l’uso delle singole carte collegate all’account Curve.

Come funzionano i trasferimenti

La carta funziona come un aggregatore di carte di pagamento. Questo significa che si può usare per fare acquisti online o nei negozi, anche in modalità contactless, ma non può essere ricaricata direttamente tramite un versamento o un bonifico.

Compatibilità app e pagamenti da mobile

L’applicazione per smartphone Curve è compatibile con i sistemi operativi Android e iOS. L’app è il centro di comando attraverso cui si possono controllare tutti gli aspetti della carta.

Una volta fatto il primo accesso all’app la cosa più importante da fare è associare all’account Curve le carte di debito e di credito in proprio possesso e compatibili con il servizio. Le carte si possono aggiungere manualmente oppure tramite foto: il sistema di riconoscimento dell’app provvederà in autonomia a ricavare i dati della carta.

Dopo aver completato l’associazione bisogna selezionare la carta predefinita per i pagamenti e poi si è pronti per iniziare a gestire tutte le proprie carte da un solo luogo.

Sistemi di sicurezza

Tutti i titolari di una carta Curve sono tutelati dal fondo inglese sui depositi che garantisce una copertura fino a 100.000 euro.

La carta offre anche un sistema di protezione degli acquirenti che assicura il rimborso degli acquisti fatti se le merci acquistate online non sono state spedite o non sono state ricevute, se i prodotti sono difettosi o contraffatti, se lo stesso acquisto è stato addebitato più di una volta oppure se il venditore non ha rispettato i termini per il rimborso.

Login Curve

E’ possibile accedere al proprio conto Curve tramite l’app dedicata.

Assistenza clienti

Per ricevere maggiori informazioni si può consultare la sezione FAQ del sito internet della carta o la community online dei clienti. Si può richiedere assistenza anche via mail, scrivendo all’indirizzo support@curve.app oppure segnalare problemi di sicurezza all’indirizzo security@curve.app.

Opinioni e recensioni

Curve può risultare molto comoda per chi usa abitualmente più carte (la carta di credito personale, la carta di debito, una carta ricaricabile, una carta di credito aziendale). La carta e la app collegata permettono infatti di riunire in un solo luogo tutti gli strumenti di pagamento e di poter controllare a colpo d’occhio il saldo disponibile.

Pro e contro

PRO
  • la carta racchiude al suo interno tutte le carte collegate;
  • la funzione “go back in time” permette di correggere eventuali errori oppure di dirottare i pagamenti verso le carte con maggior credito;
  • il programma di cashback riconosce l’1% dell’importo degli acquisti fatti nei negozi partner selezionati;
  • la carta è particolarmente utile quando si viaggia spesso all’estero perché non ha commissioni sui prelievi di contante fino a 200 euro al mese (nella versione gratuita);
  • tramite l’app si possono controllare tutte le spese e i saldi delle carte collegate;
  • si riceve un alert in tempo reale per ogni movimento fatto sulle carte associate a Curve.
CONTRO
  • un limite di prelievo basso; sia la versione gratuita sia le versioni premium hanno limiti per i prelievi gratuiti di contante presso gli ATM. Chi preferisce ricorrere ai contanti potrebbe trovare più conveniente usare altre carte come VIABUY o N26;
  • l’impossibilità di ricaricare il conto con versamenti in contanti o assegni.
  • per i nuovi clienti i limiti di spesa e di prelievo sono più stringenti rispetto a quelli standard;
  • i limiti di spesa e di prelievo standard sono comunque inferiori rispetto a quelli delle carte ricaricabili più diffuse.
Potrebbe anche interessarti:
You&eni Prepaid: carta prepagata e carta fedeltà

Con la carta You&eni Prepaid si possono fare pagamenti e prelevare contanti e, contemporaneamente, accumulare punti da usare per ricevere Leggi tutto

Cartafreccia: la carta prepagata di Trenitalia

La carta prepagata Cartafreccia è perfetta per i clienti Trenitalia che desiderano una carta gratuita, comoda e da usare per Leggi tutto

Carta Kalibra: la carta ricaricabile o usa e getta di Banco BPM

Carta Kalibra è una delle carte di pagamento offerte da Banco BPM. Disponibile in versione usa e getta o ricaricabile, Leggi tutto

Ricarica Evo: la ricaricabile con IBAN di BCC

La carta Ricarica Evo è una prepagata proposta dalla Banca di Credito Cooperativo Italiano. La carta è riservata ai clienti Leggi tutto

Cabel Pay: la carta conto di Cabel IP

Cabel Pay è una carta prepagata con IBAN capace di sostituire un conto corrente nella gestione delle proprie spese, anche Leggi tutto

24 commenti su “Carta Curve: cos’è e come funziona”

    • Ciao Luigi, l’emittente delle carte, in base al quale Curve è autorizzata a operare, ha sede sia nel Regno Unito che all’interno dell’UE. Ciò significa che i clienti in Europa continueranno a ricevere lo stesso servizio di cui godono attualmente. Discorso diverso, invece, per quanto riguarda l’utilizzo di Curve all’estero, che dipenderà dll’impatto sul tasso di cambio tra la sterlina britannica e l’euro

      Rispondi
    • Ciao Michele, i limiti di prelievo si riferiscono alla carta Curve, così come anche i limiti di spesa (qui puoi vedere la tabella completa). I limiti di prelievo standard possono essere aumentati ma è necessario fare richiesta e attendere l’approvazione. Per quanto riguarda la ricarica, poichè Curve si collega ad altre carte, il metodo di ricarica riguarda invece le carte associate

      Rispondi
  1. Salve volevo chiedere come si chiude il conto ,dato che non trovo questa info da nessuna parte ,io possiedo la carta blu gratuita grazie a chi vorrà aiutarmi

    Rispondi
    • Ciao Alfio,
      per cancellare il tuo account Curve devi contattare l’assistenza clienti (compilando il modulo che puoi trovare a questo link), saranno loro ad effettuare la cancellazione

      Rispondi
    • Ciao Matteo, sì Curve supporta il 3D secure. Per quanto riguarda la disattivazione, si tratta di una pratica che viene sconsigliata in quanto sta assumendo un’importanza sempre maggiore per la sicurezza degli acquisti online. In ogni caso, se vuoi disattivarlo ti consigliamo di contattare direttamente l’assistenza clienti di Curve.

      Rispondi
    • Ciao Matteo, da quanto ci risulta non è possibile registrare la Postepay dei percettori di reddito di cittadinaza.
      Il saldo della carta può essere verificato presso gli ATM Postamat, tramite il servizio di lettura telefonica disponibile al numero verde 800.666.888 gratuito da telefono fisso e mobile oppure tramite sportello in Ufficio Postale.
      Inoltre è anche possibile conoscere il saldo accedendo al sito http://www.redditodicittadinanza.gov.it

      Rispondi
    • Ciao Rino, le carte associate a Curve dovrebbero essere intestate alla stessa persona a cui è intestato l’account. In caso contrario, potresti incorrere in problematiche relative all’accettazione dei pagamenti in caso di verifiche o controlli

      Rispondi
  2. Ho aperto il servizio Curve. Ho richiesto la Curve Blue fisica. Non ho inserito alcun documento di riconoscimento ma ho associato la mia banca predefinita al sistema Curve e il mio indirizzo di casa.
    Vedo la carta Blue con i suoi dati disponibile nel mio profilo.
    Vorrei sapere se l’invio della carta fisica Blue è automatico e gratuito oppure devo richiederla all’assistenza clienti?
    Grazie

    Rispondi
    • Ciao Daniele,
      per richiedere la carta Curve devi trasmettere copia del documento di identità e codice fiscale.
      A questo punto, puoi farlo in qualsiasi momento nell’app Curve – basta selezione la scheda “Account” nella parte inferiore dello schermo. Selezione l’opzione “Ordina una carta fisica” e scegli il tuo indirizzo di consegna

      Rispondi
  3. Io ho una domanda fiscale da fare, nel caso ci sia la necessità di fare un ISEE nel quale bisogna dichiarare la giacenza di ogni singola carta intestata, con la carta Curve come bisogna comportarsi? é equiparata a una carta PostePay Standard(Gialla) che seppur non avendo IBAN e da dichiarare o essendo un raccoglitore di carte e non avendo un suo deposito si deve ignorare?

    Rispondi
    • Ciao Ezio, poichè Curve non ha un Iban e soprattutto non ha un credito proprio (ma utilizza quello delle carte collegate), non devi dichiarare nulla in fase di ISEE

      Rispondi

Lascia un commento

© carteprepagate.me - - Disclaimer - Termini e Condizioni  Privacy Policy Cookie Policy  info[@]carteprepagate.me
Questo sito non è legato in alcun modo alle società di prodotti e servizi menzionati. Per questo motivo, per qualsiasi domanda, dubbi, problemi e informazioni vi invitiamo a rivolgervi alle rispettive società di riferimento.