Le carte prepagate sono controllate?

Anche se si ricarica la carta in contanti o se non la si collega al proprio conto corrente, il Fisco può comunque risalire al titolare della carta prepagata e quindi chiedere spiegazioni sull’origine dei fondi caricati sulla carta. Insomma, anche le carte prepagate sono controllate e sono inserite nell’anagrafe tributaria al pari dei conti correnti e dei titoli.

I controlli del Fisco sulle carte prepagate

In Italia quello dell’evasione fiscale è un problema molto serio che sottrae alle casse dello Stato milioni di euro ogni anno. Anche per questo, i sistemi anti-evasione adottati dal Fisco si fanno sempre più evoluti e precisi, in modo da individuare anomalie e problemi e poter identificare gli evasori.

I pagamenti digitali sono i più semplici da controllare, perché ogni operazione lascia una traccia. Le carte prepagate non fanno eccezione: al momento del loro rilascio vengono inserite nell’anagrafe tributaria e quindi il Fisco può risalire al proprietario e monitorare i movimenti di denaro sulla carta.

Le carte prepagate anonime

Le uniche carte a non poter essere tracciate sono le carte prepagate cosiddette anonime. Si tratta di strumenti di pagamento che non riportano il nome del titolare e che possono essere usate solo entro i limiti dell’importo ricaricato sulla carta. Sono dunque carte usa e getta, da usare per uno o più acquisti online o in negozio e che esauriscono la loro funzione quando il credito caricato è finito.

Anche la carta prepagata VIABUY può essere richiesta senza fornire indicazioni sulla propria identità oppure condividere informazioni sul reddito o la situazione finanziaria. Nella versione anonima la carta ha un plafond e limiti di spesa bassi, ma può essere utile per chi ha una condizione finanziaria difficile e ha difficoltà a ottenere una carta di pagamento. Se il titolare fornisce i dati richiesti per l’identificazione i limiti di utilizzo si innalzano. Trattandosi di una carta di pagamento emessa da un istituto estero non è direttamente sotto l’occhio del Fisco italiano.

Potrebbe anche interessarti:
Credit Boost Hype: che cos’è, come funziona, quanto costa

Credit boost Hype è una delle molte funzioni e servizi a cui possono accedere i clienti che hanno scelto la carta prepagata Leggi tutto

Come disattivare Hype

Hype è un conto digitale creato da Banca Sella durante il 2015 che include una carta prepagata e conta oltre un milione Leggi tutto

Come disattivare la carta Viabuy

Hai attivato una carta Viabuy ma ora non ti serve più e vuoi disattivarla? Non è un'operazione difficile ma deve Leggi tutto

Come ricaricare Viabuy

Se stai pensando di attivare una carta prepagata Viabuy, probabilmente ti starai chiedendo come fare per ricaricarla. Ecco, allora, una Leggi tutto

Fare bonifico con N26: come si effettua, tipologie, costi, tempistiche e limiti

Il conto N26 è uno degli strumenti più utilizzati ed apprezzati dagli utenti per avere facilmente la propria banca letteralmente Leggi tutto

Lascia un commento

© carteprepagate.me - - Disclaimer - Termini e Condizioni  Privacy Policy Cookie Policy  info[@]carteprepagate.me
Questo sito non è legato in alcun modo alle società di prodotti e servizi menzionati. Per questo motivo, per qualsiasi domanda, dubbi, problemi e informazioni vi invitiamo a rivolgervi alle rispettive società di riferimento.