Carta prepagata anonima: cos’è e quali vantaggi offre

Per ridurre il rischio di riciclaggio, sul mercato si trovano quasi esclusivamente carte prepagate nominative. Fino a qualche anno fa era piuttosto semplice acquistare una carta prepagata anonima, cioè una carta usa e getta che era possibile ricaricare e usare fino a quando non era esaurito il credito caricato. Ci sono istituti di credito che permettono ai propri clienti di sottoscrivere una prepagata anonima ancora oggi: vediamo quali sono.

Quali sono le caratteristiche di una carta prepagata anonima

Quando si sottoscrive una carta prepagata, dotata o meno di IBAN, si forniscono i propri dati anagrafici. In questo caso, anche se il nome del titolare non è impresso sulla carta, si parla di carta prepagata nominativa. In pratica, i fondi presenti sulla carta sono riconducibili al titolare e, in caso di accertamento, il Fisco può chiedere spiegazioni sull’origine di quei fondi.

A differenza delle carte prepagate nominative, le carte prepagate anonime non sono associate al nome di chi le richiede. Sono carte prepagate che possono essere usate da chiunque e possono essere o meno ricaricabili. In alcuni casi le carte possono essere usate solo fino all’esaurimento dell’importo caricato, in altri casi sono carte ricaricabili a tutti gli effetti che possono essere usate fino alla data di scadenza impressa sulla tessera.

È possibile sottoscrivere una carta prepagata anonima?

Proprio perché non si può risalire all’origine del denaro usato, la diffusione delle carte prepagate anonime è limitata. È comunque possibile accedere a carte non nominative e usarle per fare acquisti senza che questi vengano ricondotti alla propria identità.

Un servizio che mette a disposizione dei propri clienti questo tipo di carte è ViaBuy. Al momento dell’apertura del conto corrente la banca inglese non richiede infatti informazioni sulla propria storia finanziaria né di carattere fiscale. La carta prepagata disponibile per i clienti della banca non è collegata al conto corrente e quindi risulta anonima.

La carta Mastercard di ViaBuy può essere normalmente usata per fare acquisti online e nei negozi e può essere ricaricata entro i limiti di utilizzo stabiliti dalla banca.

Conviene scegliere una carta prepagata anonima?

Se una carta prepagata anonima ha indubbi vantaggi per chi non vuole che i propri acquisti siano tracciati o associati al proprio nome, ci sono anche degli aspetti negativi che vanno considerati.

Innanzitutto, uno degli aspetti meno vantaggiosi delle carte ricaricabili anonime sono le alte spese di emissione e il costo del canone annuale. Aprire un conto con ViaBuy, ad esempio, costa 69,90 euro ai quali va aggiunto il canone annuo di 19,90 euro per il possesso della carta.

Un altro svantaggio delle carte anonime sono i plafond limitati: la carta ViaBuy ha un limite di ricarica e di utilizzo che arriva fino a 250 euro al mese per chi rientra nel livello più basso tra le classi identificative della banca.

Scegliere una carta prepagata anonima ha quindi sia vantaggi sia svantaggi che vanno considerati attentamente prima di decidere quale è la scelta migliore per le proprie esigenze.

Lascia un commento

© carteprepagate.me - P.IVA 03673710047 - Disclaimer  Privacy Policy Cookie Policy  info[@]carteprepagate.me
Questo sito non è legato in alcun modo alle società di prodotti e servizi menzionati. Per questo motivo, per qualsiasi domanda, dubbi, problemi e informazioni vi invitiamo a rivolgervi alle rispettive società di riferimento.