Tenere soldi in casa: quali sono i rischi e come evitare problemi?

Un po’ per la crescente sfiducia nei confronti delle banche, un po’ per comodità, cresce il numero di italiani che sceglie di tenere i soldi in casa. Avere la liquidità a disposizione, conservata in cassaforte o in una cassetta di sicurezza, è comodo per affrontare spese impreviste o per non dover correre in banca ogni volta che si ha bisogno di prelevare del denaro. Ma quali sono i rischi?

I rischi del tenere i soldi in casa

Il rischio principale che corre chi sceglie di tenere i soldi in casa è quello di subire furti. La liquidità fa gola ai ladri e, specialmente se si hanno contanti in borse e cassetti è alto il rischio che si possano vedere i propri risparmi andare in fumo.

Conservare contanti e oggetti preziosi in cassaforte riduce il rischio, specialmente se il sistema di blocco della cassaforte è tecnologicamente avanzato. In alternativa, si possono depositare i contanti in una cassetta di sicurezza bancaria e ridurre al minimo che finiscano nelle mani di malintenzionati.

Attenzione alla provenienza del denaro

Il rischio di subire furti non è l’unico che corre chi conserva i propri risparmi in contanti. Se c’è il sospetto che il denaro non sia frutto di risparmi ma frutto di attività non dichiarate, il Fisco può disporre un accertamento e chiedere spiegazioni sulla provenienza del denaro.

Per questo motivo, è sempre raccomandabile conservare gli estratti conto, i documenti che dimostrano vincite al gioco o ricevute legate alla vendita di beni. Questi documenti sono fondamentali in caso di accertamento fiscale, perché dimostreranno l’origine dei fondi ed eviteranno che sulle somme in contanti che si detengono in casa si debbano pagare le imposte.

Le probabilità che si vada incontro a un accertamento salgono quando il Fisco nota delle incongruenze tra il reddito dichiarato e le spese fatte. Tra le operazioni maggiormente a rischio ci sono gli acquisti di beni di lusso o di importo notevole fatti in contanti.

Potrebbe anche interessarti:
Credit Boost Hype: che cos’è, come funziona, quanto costa

Credit boost Hype è una delle molte funzioni e servizi a cui possono accedere i clienti che hanno scelto la carta prepagata Leggi tutto

Come disattivare Hype

Hype è un conto digitale creato da Banca Sella durante il 2015 che include una carta prepagata e conta oltre un milione Leggi tutto

Come disattivare la carta Viabuy

Hai attivato una carta Viabuy ma ora non ti serve più e vuoi disattivarla? Non è un'operazione difficile ma deve Leggi tutto

Come ricaricare Viabuy

Se stai pensando di attivare una carta prepagata Viabuy, probabilmente ti starai chiedendo come fare per ricaricarla. Ecco, allora, una Leggi tutto

Fare bonifico con N26: come si effettua, tipologie, costi, tempistiche e limiti

Il conto N26 è uno degli strumenti più utilizzati ed apprezzati dagli utenti per avere facilmente la propria banca letteralmente Leggi tutto

Lascia un commento

© carteprepagate.me - - Disclaimer - Termini e Condizioni  Privacy Policy Cookie Policy  info[@]carteprepagate.me
Questo sito non è legato in alcun modo alle società di prodotti e servizi menzionati. Per questo motivo, per qualsiasi domanda, dubbi, problemi e informazioni vi invitiamo a rivolgervi alle rispettive società di riferimento.