Quanti soldi posso portarmi dietro ed in viaggio?

Soprattutto nell’ultimo periodo, la questione sui contanti è sempre più confusa: appena si nominano i soldi contanti, si accende una lampadina che ci porta subito a pensare a fisco, evasione e scatti di verifica immediata da parte delle autorità. Ma è davvero così? Decisamente no. Scopriamo subito in questo articolo qual è veramente il limite sotto il quale possiamo stare tranquilli e le sanzioni a cui eventualmente incorriamo. La verità è molto più semplice di quello che si pensa.

Come gestire il denaro contante

Vero che i contanti sono ormai quasi banditi e visti di cattivo occhio, ma è anche vero che ci sono occasioni in cui non se ne può fare a meno. Si ricevono ad esempio regali di matrimonio o per altre cerimonie, donazioni di parenti, che accumulati nel tempo possono formare un bel tesoretto. E fin qui non c’è di niente di illegale, ma come si fa a dimostrare? Purtroppo, nel caso in cui si volesse versare la somma su un conto corrente, questo potrebbe essere visto con estremo sospetto e potrebbero partire delle verifiche e tutto dovrebbe essere tassativamente dimostrato con ricevute e/o prove varie. Questo è, però, l’unico cosa in cui l’ufficio delle imposte potrà far partire delle verifiche e potrà sospettare che questi siano frutto di lavoro in nero e quindi costituiscano reddito, quindi scatteranno delle sanzioni.

È possibile allora tenere in casa tutti questi soldi? La legge non vieta di tenere soldi in casa e, solo nel caso di chiari indizi, potrà indagare sulla loro provenienza. Inoltre, la perquisizione della casa può essere concessa solo in presenza di gravi prove di evasione. L’unica cosa che potrà comunque essere accertata è che il possessore del tesoretto non l’abbia ricavato da attività illegali gravi quali usura, rapina, estorsione, ecc. Ma è davvero così sicuro nella nostra società il vecchio caro materasso? No, non tutti dormirebbero sonni tranquilli!

Quanti soldi posso tenere nel portafogli?

Come la legge non vieta di tenere soldi contanti in casa, non sarà tanto meno vietato averli nel portafogli. Ad esempio, nel caso in cui un giorno decidessimo di spenderli e un agente, magari alla richiesta di un documento, si accorgesse della somma, potrebbe solo informarsi sulla loro provenienza ed accertarsi, come detto in precedenza, che non siano frutto di attività illegali. Qui attenzione alle risposte! Attenzione a dire che li avete appena prelevati, se questo non è dimostrabile. Sarà meglio rispondere che siano frutto di regali e donazioni accumulate nel tempo.

Quanti soldi posso portarmi in aereo e in viaggio?

Diverso è il discorso se parliamo di viaggi. Anche qui la situazione su quanti soldi contanti si possono portare in aereo è molto confusa, ma molto più semplice di quello che si pensa, anche qui. Facciamo chiarezza.
Leggi antiterrorismo, antiriciclaggio e per bloccare la criminalità in generale, fanno sì che ci sia un limite sul trasporto di denaro contante in aereo. Il limite stabilito è 10000 euro, sia per i viaggi in Europa, che quelli extra-europei. Sotto questo limite il denaro può anche non essere dichiarato, mentre se supera la cifra consentita si dovrà compilare un’apposita dichiarazione che verrà consegnata agli uffici doganali del paese in questione. Ovviamente la mancata dichiarazione comporterà delle importanti sanzioni e del sequestro di denaro:

  • Se la somma in eccesso è inferiore a 10 mila euro, viene sequestrato il 30% della parte eccedente e verrà applicata una sanzione dal 10% al 30% della somma in eccesso.
  • Se la somma in eccesso supera i 10 mila euro, viene sequestrato il 50% della parte eccedente e saranno applicate sanzioni dal 30% al 50% della somma in eccesso.

Lascia un commento

© carteprepagate.me - - Disclaimer  Privacy Policy Cookie Policy  info[@]carteprepagate.me
Questo sito non è legato in alcun modo alle società di prodotti e servizi menzionati. Per questo motivo, per qualsiasi domanda, dubbi, problemi e informazioni vi invitiamo a rivolgervi alle rispettive società di riferimento.