Il conto N26 può essere pignorato?

Cosa succede se si hanno debiti con l’Agenzia delle Entrate o con privati e si è aperto un conto N26? Si può vedere pignorato il proprio conto online oppure no? Ecco come funziona il pignoramento del conto corrente e cosa succede nel caso del conto N26.

Come funziona il pignoramento del conto corrente

Quando non si pagano i propri debiti in tempo si possono vedere pignorati i propri beni. Per pignorare un bene il creditore deve entrare in possesso di un titolo esecutivo: può trattarsi di una cambiale o di un assegno, di un decreto ingiuntivo oppure di una sentenza che obbliga il debitore a pagare. Con il titolo esecutivo in mano, il creditore deve rivolgersi a un ufficiale giudiziario per chiedere l’invio di un atto di precetto al debitore.

L’atto di precetto obbliga il debitore a pagare quanto dovuto entro 10 giorni. Trascorso questo termine, se il creditore non ha ricevuto quanto dovuto, può passare alla richiesta di pignoramento. Tra i beni che possono essere pignorati ci sono anche i conti correnti e le carte prepagate. Trattandosi di denaro in forma liquida, conti e carte sono spesso tra i beni che vengono pignorati per primi.

Se vuoi saperne di più sull’argomento, leggi il nostro articolo: Carte prepagate: quando sono pignorabili?

Perché si può pignorare il conto N26

Iniziamo subito col dire che il conto N26 è pignorabile. La banca emittente è una banca tedesca, la N26 Gmbh, che è soggetta alla normativa europea sulla trasparenza bancaria. Quindi la banca, nel caso in cui un’autorità europea chiedesse informazioni sui propri correntisti sarebbe obbligata a fornirle.

In teoria quindi il conto N26 può essere pignorato se il creditore è in possesso di un titolo esecutivo europeo e se sa che il debitore ha aperto un conto presso la banca.

In pratica pignorare il conto N26 non è facile tanto quanto lo è pignorare un conto corrente aperto in Italia. Le banche che hanno sede all’estero, infatti, non sono tenute a fornire informazioni all’anagrafe italiana dei conti correnti, quindi il conto non è immediatamente rintracciabile.

Se il debitore ha solo il conto corrente N26, affinché possa essere pignorato è necessario che il creditore sappia dell’apertura del conto estero e chieda un titolo esecutivo da far valere in Germania.

Lascia un commento

© carteprepagate.me - - Disclaimer  Privacy Policy Cookie Policy  info[@]carteprepagate.me
Questo sito non è legato in alcun modo alle società di prodotti e servizi menzionati. Per questo motivo, per qualsiasi domanda, dubbi, problemi e informazioni vi invitiamo a rivolgervi alle rispettive società di riferimento.