Ricaricare la Postepay dall’estero: modalità e costi

Quando si fa un viaggio o si trascorre un periodo di studio o di lavoro fuori dall’Italia è utile sapere come fare per ricaricare la Postepay dall’estero. Ecco quali canali si possono usare per trasferire i fondi sulla ricaricabile e quali sono i costi da sostenere.

Ricaricare la Postepay dall’estero tramite internet banking

La carta prepagata Postepay è una delle carte più diffuse in Italia. Il fatto che sia economica e semplice da usare ne ha decretato il successo. La carta appartiene al circuito di pagamento Visa Electron e permette di pagare e ritirare contanti anche all’estero.

Quando ci si trova in un Paese straniero e si ha bisogno di trasferire fondi sulla Postepay il sistema più semplice e immediato è usare l’internet banking di Poste Italiane. Il titolare può ricaricare online la Postepay sia tramite il portale web sia tramite l’app mobile, usando fondi depositati sul proprio conto corrente BancoPosta o su un’altra Postepay.

La commissione da pagare per la ricarica è di 1 euro, la stessa che si paga per le ricariche fatte dall’Italia.

Farsi ricaricare la Postepay dall’Italia

Se a dover ricaricare la carta è una persona diversa dal titolare, l’unica alternativa è chiedere a una persona che si trova in Italia di ricaricare la Postepay. In questo caso la persona incaricata di fare la ricarica deve recarsi in un ufficio postale.

Se si sceglie di farsi ricaricare la Postepay dall’Italia si possono usare contanti o si può usare una carta ricaricabile. Anche in questo caso la commissione da pagare è di 1 euro.

Come ricaricare la Postepay Evolution

Chi è titolare di una Postepay Evolution ha una possibilità in più. La versione evoluta della prepagata è infatti dotata di IBAN, quindi può essere ricaricata anche tramite bonifico.

Bisogna tener conto che mentre le ricariche fatte in contanti o con un’altra carta di pagamento sono accreditate istantaneamente, le ricariche fatte tramite bonifico richiedono fino a due giorni lavorativi. Chi fa la ricarica può decidere se disporre un bonifico istantaneo, pagando generalmente una commissione più alta, oppure se inviare un bonifico standard. Per questa modalità di ricarica i costi da sostenere variano da banca e banca e dipendono dalle condizioni economiche del conto corrente o della carta con IBAN che invia il denaro.

Potrebbe anche interessarti:
Acquistare Bitcoin con Postepay: i migliori metodi per comprare in modo veloce e sicuro

Negli ultimi anni le criptovalute, ed in particolare i Bitcoin, si sono ritagliati un ruolo sempre più importante in ambito Leggi tutto

Postepay all’estero: si può usare? Ecco come funziona

Il dubbio su come usare la Postepay all'estero è uno dei più comuni che affligge chi ha intenzione di sottoscrivere Leggi tutto

Come ricaricare la PostePay online

Può capitare di aver bisogno di ricaricare la carta prepagata ma di non avere contanti per farlo. In questi casi Leggi tutto

Meglio PostePay o PayPal? Scopri le differenze e quale conviene

PostePay e PayPal sono due tra gli strumenti di pagamento più diffusi e apprezzati da chi fa spesso acquisti online. Leggi tutto

N26 o PostePay: quale scegliere? Confronto definitivo

Confronto aggiornato a Settembre, 2021 Carta del conto N26 o PostePay? Si tratta senza dubbio tra le opzioni migliori in circolazione, Leggi tutto

Lascia un commento

© carteprepagate.me - - Disclaimer - Termini e Condizioni  Privacy Policy Cookie Policy  info[@]carteprepagate.me
Questo sito non è legato in alcun modo alle società di prodotti e servizi menzionati. Per questo motivo, per qualsiasi domanda, dubbi, problemi e informazioni vi invitiamo a rivolgervi alle rispettive società di riferimento.