Ricaricare conto corrente con prepagate: è possibile? Tutto quello che c’è da sapere

In ambito finanziario, le carte prepagate hanno visto un vero e proprio boom di emissioni, con tantissimi utenti che hanno deciso di affidarsi ad una delle varie banche che mettono a disposizione questa tipologia di carta, come Hype, N26, Postepay, Yap ecc.

La maggiore diffusione si è registrata soprattutto tra i ragazzi e gli adolescenti, visto i vari vantaggi che esse possiedono rispetto ad una classica carta di credito/debito. Ma quali sono nel dettaglio?
Le carte prepagate sono molto facili da richiedere, anche svolgendo solo delle operazioni online, hanno costi mensili bassi se non nulli, permettono di fare acquisti di qualsiasi genere, sono sicure, con protezioni e certificati di sicurezza internazionali, e facili da ricaricare (contanti, tramite altra carta, tramite bonifico bancario). Inoltre, molte di esse possiedono anche un codice IBAN, che permette così di ricevere bonifici bancari, un metodo di pagamento molto utilizzato, specialmente in ottica lavorativa.

Le carte prepagate permettono di eseguire trasferimenti verso altre carte, pagando una piccola commissione o anche gratuitamente, per carte della stessa banca. È però molto diffuso un dilemma riguardo queste carte: è possibile ricaricare un conto corrente tramite prepagata?

La risposta è sì, ma sono diversi gli aspetti che bisogna tenere in considerazione nel dettaglio. Scopriamoli di seguito.

Lo scarico dalla carta prepagata al conto

Molte banche permettono di eseguire un’operazione molto semplice e rapida per chi possiede la carta prepagata ed il conto corrente emesse dalla stessa organizzazione. Questo passaggio si chiama scarico della carta. Basta andare sulla propria applicazione di home banking e richiedere questa operazione, che è svolta automaticamente. In poco tempo si avranno i soldi trasferiti sul proprio conto corrente, massimo due giorni lavorativi. Molte banche appartenenti al circuito Mastercard permettono di svolgere questa procedura. Bisogna considerare, però, che lo scarico della prepagata ha un costo di commissione, che può arrivare fino a due euro.

Per evitare la spesa extra è sempre possibile ritirare i soldi presenti sulla prepagata all’Atm e poi versare i contanti sul conto, anche se è un’operazione più lunga dal punto di vista delle tempistiche.

Trasferire soldi dalla prepagata al conto corrente

Le operazioni da svolgere per lo spostamento di una somma di soldi da una prepagata ad un conto corrente di un’altra banca sono diverse.

Se la prepagata possiede l’IBAN (qui puoi trovare la lista completa), come la maggior parte attualmente attivabili, basterà fare un semplice bonifico bancario, indicando gli estremi del proprio conto corrente. Nello specifico, bisogna inserire il proprio nome e cognome, codice IBAN del conto corrente ed ovviamente la casuale. Entro due, massimo tre giorni, si riceverà l’importo trasferito. Generalmente questa operazione è gratuita, ma è possibile anche pagare una commissione, motivo per cui è bene informarsi in precedenza sui dettagli tecnici della propria carta prepagata, anche per scegliere quella più ideale alle proprie esigenze specifiche.

Il bonifico bancario può essere eseguito anche verso un conto corrente non intestato a sé stessi, quindi di un’altra persona. La procedura del bonifico SEPA è la medesima, cambierà ovviamente l’intestatario del conto corrente.

Se invece la carta prepagata posseduta non ha l’indirizzo IBAN, non è possibile effettuare un trasferimento di soldi sul conto corrente proprio o di altre persone. L’unica soluzione in questo caso è prelevare la somma voluta all’ATM (potrebbe esserci una commissione) e poi recarsi nella propria banca per effettuare un versamento in contanti.

È un’operazione sicuramente scomoda e non ideale per chi deve fare frequenti versamenti sul proprio conto corrente, motivo per cui è consigliato scegliere una carta prepagata con un indirizzo IBAN e con commissioni nulle o basse.

Per concludere, quindi, è possibile ricaricare il conto crrente tramite la carta prepagata nella maggior parte dei casi. Per informazioni più specifiche è utile consultare i dettagli della propria prepagata.

Potrebbe anche interessarti:
Credit Boost Hype: che cos’è, come funziona, quanto costa

Credit boost Hype è una delle molte funzioni e servizi a cui possono accedere i clienti che hanno scelto la carta prepagata Leggi tutto

Come disattivare Hype

Hype è un conto digitale creato da Banca Sella durante il 2015 che include una carta prepagata e conta oltre un milione Leggi tutto

Come disattivare la carta Viabuy

Hai attivato una carta Viabuy ma ora non ti serve più e vuoi disattivarla? Non è un'operazione difficile ma deve Leggi tutto

Come ricaricare Viabuy

Se stai pensando di attivare una carta prepagata Viabuy, probabilmente ti starai chiedendo come fare per ricaricarla. Ecco, allora, una Leggi tutto

Fare bonifico con N26: come si effettua, tipologie, costi, tempistiche e limiti

Il conto N26 è uno degli strumenti più utilizzati ed apprezzati dagli utenti per avere facilmente la propria banca letteralmente Leggi tutto

Lascia un commento

© carteprepagate.me - - Disclaimer - Termini e Condizioni  Privacy Policy Cookie Policy  info[@]carteprepagate.me
Questo sito non è legato in alcun modo alle società di prodotti e servizi menzionati. Per questo motivo, per qualsiasi domanda, dubbi, problemi e informazioni vi invitiamo a rivolgervi alle rispettive società di riferimento.